Fascia di prezzo: A partire da a

Confronta gli annunci

PALAZZO DELL’ARTE

Padova, Via G. Leopardi

Descrizione

Quando l’arte incontra l’architettura..

Dall’opera d’arte più grande del Mondo agli affreschi di Palazzo dell’Arte, il maestro Mario Arlati trasforma l’esperienza abitativa in un’esperienza culturale

Calato in una location esclusiva, nel cuore di Padova a pochi passi da Prato della Valle, Palazzo dell’Arte rappresenta un pregevole intervento di rigenerazione urbana, capace di offrire un’esperienza abitativa assolutamente inedita.

L’intervento, progettato dallo Studio Borchia Associati e realizzato da Jolly Real Estate partecipata di Industrie Edili Holding, ha reso omaggio alla città di Padova e alla sua lunga tradizione artistica con due imponenti affreschi, realizzati all’ingresso del palazzo, dal famoso artista contemporaneo Mario Arlati.

Così, come nella tradizione rinascimentale, l’arte influenzava l’architettura contaminandola ed arricchendola, anche a Palazzo dell’Arte è l’arte ad offrire un valore aggiunto all’opera.

Gli affreschi di Arlati diventano un valore aggiunto inestimabile all’interno di Palazzo dell’Arte, una traccia viva dell’artista capace di trasmette immediatamente al visitatore emozioni e suggestioni.

La materia per Arlati rappresenta un’immagine interiore, fatta di sentimenti, di evocazioni che riguardano il paesaggio. I “muri” di Arlati testimoniano la ricerca di una materia vissuta senza funzioni in cui l’utilizzo del colore diventa un elemento chiave.

Il maestro ha voluto offrire il suo personale omaggio alla città di Padova ed ai 500 anni di Giotto realizzando a Palazzo dell’Arte due diversi affreschi ispirati al celeberrimo ciclo di Giotto, ospitato nella Cappella degli Scrovegni.

Il primo di grandi dimesioni, ben 6 metri di lunghezza per 3 di altezza, introduce al palazzo, accogliendo il visitatore con un’esplosione di colori, mentre il secondo affresco, posizionato più all’interno, da nuovo valore agli spazi antistanti l’ascensore.

L’arte entra così nella quotidianità e la trasforma in una nuova esperienza culturale.

Un connubio inedito tra arte ed architettura, reso possibile dalla vision di Francesco Celentano, Amministratore Delegato della Jolly Real Estate e appassionato collezionista d’arte che ci racconta: “Nel costruire questo immobile sembrava bello inserire un’opera d’arte da lasciare al palazzo, penso che la riqualifcazione urbana si possa ben combinare all’arte e alla cultura”

L’arte si appropria di nuovi ambienti, inusuali, ma di grande passaggio, come un atrio o un ingresso e regala emozioni a chi si sofferma, anche solo un attimo.

Una nuova interpretazione degli spazi comuni, questa, che tende a valorizzare ambienti, solitamente trascurati e poco curati esteticamente.

Una mission particolarmente cara al General Contractor Industrie Edili Holding, che negli ultimi anni ha fortemente puntato sulla valorizzazione dell’architettura dei propri interventi, aggiornando costantemente il design rispetto alle nuove tendenze emergenti.

Una vision fortemente competitiva ed in continua evoluzione che permette ad Indutrie Edili Holding di posizionare sul mercato immobili sempre in linea con le moderne tendenze del lifestyle.

La suggestiva opera artistica del Maestro Arlati, va quindi a caratterizzare fortemente l’ingresso di Palazzo dell’Arte, le due grandi pareti affrescate ricreano un effetto in cui il senso della luce trionfa facendo emergere la matericità e la potenza del colore.

Non è la prima volta che il Maestro Arlati si cimenta nella contaminazione tra arte contemporanea ed architettura, in effetti già nel 2014 Arlati ha realizzato nella periferia di Mosca le pareti di interi grattacieli, che sono poi diventati l’opera d’arte più grande del mondo.

Le immense pareti colorate evidenziano il sapiente uso del colore del Maestro che con la sua opera ha dato una nuova valenza estetica alla grigia periferia di Mosca.

L’iniziativa, che rientrava nel progetto culturale Living Art, ha voluto dare una connotazione artistica ai grattacieli, che con il tocco di Arlati, sono diventati icone immediatamente riconoscibili oltre che vere opere d’arte abitabili.

Il desiderio di rendere unica anche l’esperienza abitativa di Palazzo dell’Arte, si traduce quindi in un concept che mescola con grande eleganza arte ed architettura.

Un’arte espressa non solo attraverso le opere esposte, ma anche all’interno dell’edificio e degli appartamenti, attraverso finiture ricercate e combinazioni di materiali nobili e pregiati.

Un marmo prezioso come il travertino per esempio, riveste intere zone comuni dall’atrio e i vani scala, regalando un effetto estetico particolarmente raffinato.

Il complesso residenziale si distingue poi per la cura riservata al disegno delle facciate verticali, scandite attraverso profonde logge che creano un continuum spaziale, proiettando la zona giorno verso l’esterno e ricreando vere e proprie stanze da vivere all’aperto.

L’alternanza delle terrazze loggiate concorre poi ad alleggerire il volume degli edificio rendendolo leggero e contemporaneo.

La composizione volumetrica è studiata per consentire un doppio affaccio a quasi la totalità delle residenze, che possono così godere della spendida vista sulle cupole di Santa Giustina.

La costante ricerca del bello e la contaminazione tra arte ed architettura sono il vero valore aggiunto di questa raffinata realizzazione che ha visto un veloce sold out dei 23 prestigiosi appartamenti disponibili, venduti in esclusiva dall’Arte di Abitare servizi immobiliari di Padova Ovest.

 

  • Indirizzo: Via G. Leopardi
  • Città: Padova
  • Stato / Paese: Padova
  • Nazione: Italia

Planimetrie

Planimetria Generale

PROSSIMA PROPRIETA'

RESIDENZA “EX NEBEL”